Salute mentale

Cos’è la salute mentale?

La salute mentale è così ampia e comprende così tanti fattori e aree di studio che è difficile dare una definizione breve, chiara e concisa. Secondo la definizione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), “la salute mentale è uno stato di benessere in cui un individuo realizza le sue capacità, può far fronte ai normali stress della vita, può lavorare in modo produttivo e può dare un contributo alla sua comunità” [1]. Include il benessere emotivo, psicologico e sociale, che influenza il modo in cui pensiamo, sentiamo e agiamo. Anche se sono spesso usati nello stesso modo, avere una scarsa salute mentale e avere una malattia mentale non sono sinonimi. Così, una persona può avere una scarsa salute mentale senza essere diagnosticata una malattia mentale, mentre una persona diagnosticata può sperimentare periodi di benessere fisico, psicologico e sociale [1]. In altre parole, la salute mentale non riguarda solo la presenza o l’assenza di una condizione o malattia, ma tutto ciò che contribuisce a quello stato di benessere individuale.

 

Come è nato il concetto di salute mentale?

Il concetto di salute mentale e la disciplina medica hanno un’origine ragionevolmente recente che risale alla metà del XX secolo, quando l’OMS e la Federazione Mondiale per la Salute Mentale (WFMH) furono fondate nel 1948. In precedenza, gli studi associati a questo campo erano molto scarsi e isolati, senza basi o protocolli di trattamento stabiliti da un comitato o un’associazione specializzata [2], [3]. Il termine Igiene Mentale è stato usato, ma più che una disciplina medica, è stato un movimento per il miglioramento delle condizioni nel trattamento, lo studio e la considerazione delle malattie e delle condizioni mentali, iniziato da Adolf Meyer e Clifford Beers nel 1908 dopo aver pubblicato Una mente che ha trovato se stessa [4], un libro basato sulle esperienze personali di Beers dopo aver trascorso un periodo in tre ospedali psichiatrici. Da quel momento in poi, l’Igiene Mentale cominciò ad avere una presenza più significativa nella società e tra i professionisti, favorendo una maggiore consapevolezza della necessità di creare associazioni e comitati nel settore, culminando nel consolidamento del concetto e della disciplina della salute mentale, così come delle associazioni internazionali specializzate in essa, come la WFMH.

 

La realtà attuale della salute mentale, spiegata con i numeri:

– Qual è la prevalenza dei disturbi mentali?

Secondo Headway2023, un progetto sostenuto dall’OMS che mira a riflettere la realtà della salute mentale in Europa e quindi a stabilire piani di azione e miglioramento, più di una persona su sei è affetta da un problema di salute mentale in Europa oggi, e una persona su 4 nel mondo sarà affetta da un disturbo mentale o neurologico nel corso della sua vita [5], [6]. Questa cifra è data dai casi riconosciuti, poiché i problemi di salute mentale sono sostanzialmente e sistematicamente sottovalutati, soprattutto se paragonati ai disturbi fisici o sono a priori casi lievi, che non trattati alla fine portano a problemi di salute significativi. I problemi di salute mentale sono al secondo posto tra le malattie non trasmissibili invalidanti in Europa, dopo le condizioni muscoloscheletriche, e rappresentano il 15% dei fattori che contribuiscono alla disabilità nella popolazione europea. I disturbi d’ansia e depressivi sono i più comuni (5.529 e 4.367 casi per 100.000 abitanti, rispettivamente) (Figura 1). Questi dati si traducono in una mortalità del 3,7% legata ai disturbi mentali in Europa, con il suicidio che è la sesta causa di mortalità nella popolazione sotto i 70 anni e la quarta nella popolazione sotto i 20 anni, con una media di 12 suicidi per 100.000 abitanti nel 2019 [6].

Source: Prevalenza dei disturbi mentali in Europa nel 2019. I valori riflessi sono per 100.000 abitanti. Fonte: Headway2023.

– La salute mentale e la pandemia

Secondo l’OMS, i problemi di salute mentale sono aumentati dall’inizio della pandemia, principalmente legati ad alti livelli di ansia e stress [7]. L’isolamento sociale, la paura del contagio, l’incertezza, lo stress cronico e le difficoltà economiche legate alla pandemia sono i principali fattori che possono aver contribuito allo sviluppo o all’esaltazione dei disturbi depressivi e all’aumento dei tassi di suicidio [6], [8]. Per esempio, in Spagna, questi dati sono allarmanti, con quasi 11 suicidi al giorno durante il 2020 diventando la principale causa di morte innaturale e l’anno con il maggior numero di casi nel paese da quando esiste un record (1906) [8]-[10].

 

– Spese per la salute mentale

I costi totali della malattia mentale sono stimati a più del 4% del PIL (più di 600 miliardi di euro) nell’Unione Europea [11].

 

Importanza della salute mentale

Sia la salute fisica che quella mentale sono fattori ugualmente importanti per la salute generale. Inoltre, entrambi si influenzano a vicenda, come suggeriscono diversi studi. Una scarsa salute mentale può portare a significativi problemi di salute fisica. D’altra parte, le condizioni fisiche, specialmente quelle croniche, possono portare a gravi problemi di salute mentale. Un esempio è la relazione tra i pazienti con depressione e la predisposizione al diabete, alle malattie cardiache e all’ictus [12]. In breve, potremmo riassumere l’importanza del benessere con la nota espressione mens sana in corpore sano, che evoca l’importanza di avere un equilibrio tra salute mentale e fisica per mantenere il benessere e cercare di condurre una vita piena [13], [14]. Mantenere una buona salute mentale e fisica ci porterà, tra molti altri vantaggi, una più notevole capacità di far fronte a situazioni complicate riducendo lo stress, avere una migliore immagine di sé e la fiducia in se stessi per sviluppare il nostro pieno potenziale, migliorare le relazioni sociali sane, aumentare la produttività e, in definitiva, una maggiore qualità della vita [11].

 

Fattori che possono influenzare la salute mentale.

La salute mentale non è influenzata da un solo fattore, ma è il risultato di una moltitudine di fattori ambientali, sociali, biologici e psicologici [15]. Questi includono il background socioeconomico, l’infanzia avversa e le esperienze sociali, le condizioni di salute croniche, la predisposizione genetica, la storia familiare e lo stile di vita, compresa la dieta, l’attività fisica e l’uso di sostanze [6], [11], [16].

 

Rilevamento

È spesso difficile capire quando c’è la prova di una cattiva salute mentale. Allo stesso modo, può essere difficile sapere cosa è normale e cosa no quando si tratta di emozioni. Pertanto, è essenziale effettuare l’auto-cura della salute mentale e del benessere, per essere in grado di rilevare in tempo quando abbiamo bisogno di lavorare per migliorarla o chiedere aiuto esterno e andare da un terapeuta specializzato per aiutarci a ottenere gli strumenti necessari per farlo. Diversi segnali avvertono della necessità di lavorare per migliorare la nostra salute mentale, tra gli altri [15]:

  • Squilibri nel mangiare e nel dormire.
  • Sentimenti di impotenza e frustrazione.
  • Isolamento sociale.
  • Apatia e irascibilità continua.
  • Affaticamento continuo.
  • Improvvisi cambiamenti di umore che influenzano le relazioni sociali.
  • Pensieri negativi ricorrenti.
  • Incapacità di svolgere i compiti quotidiani.

Prevenzione – mens sana in corpore sano

La salute mentale e quella fisica sono strettamente correlate, e un equilibrio tra loro è l’ideale per mantenere il benessere e godere di una vita piena. Varie forme di auto-cura per promuovere la salute mentale potrebbero essere le seguenti:

  • Cercare di mantenere un atteggiamento positivo. Per esempio, assumere, incanalare e superare le emozioni negative.
  • Mantenere e curare le relazioni sociali.
  • Imparare a dire “no” a quei compiti o situazioni che comportano emozioni negative per allontanarsene.
  • Lavorare sullo sviluppo di abilità per affrontare situazioni difficili.
  • Praticare tecniche di rilassamento e meditazione (mindfulness). È stato dimostrato che queste attività rilassano la respirazione, diminuiscono la tensione muscolare e la pressione sanguigna e liberano dallo stress.
  • Prendersi cura della propria salute fisica:
    • Riposare adeguatamente.
    • Mangiare una dieta sana.
    • Fare esercizio fisico regolarmente.

 

D’altra parte, le istituzioni hanno un ruolo significativo nel migliorare la salute mentale a livello sociale attraverso varie azioni: aumento delle risorse sanitarie per la salute mentale per aumentare l’accesso ai professionisti da parte della popolazione, campagne di sensibilizzazione e de-stigmatizzazione dei problemi di salute mentale, maggiore controllo delle molestie a tutti i livelli, ecc. [5], [6], [17]-[19].

 

Salute mentale e genetica

Il ruolo dei fattori genetici nella salute mentale è in qualche modo secondario. Anche se il numero di studi che associano specifiche varianti genetiche ad alcuni disturbi è cresciuto negli ultimi anni, è ancora troppo presto per comprendere a fondo la connessione tra genetica e salute mentale a causa della complessità e dell’ampiezza di ciò che consiste. Attualmente, attraverso la genetica, è possibile prevedere il rischio di sviluppare solo alcuni disturbi mentali, come la schizofrenia, inclusi nel nostro test di salute. Anche se il ruolo del test genetico nell’individuare i problemi di salute mentale è molto limitato, può indirettamente aiutare a guidare il nostro corpo verso uno stato più elevato di benessere individuale e quindi aiutare a mantenere una buona salute mentale. Per esempio, i test nutrigenetici e sportivi, con l’aiuto di professionisti specializzati, possono aiutarci a organizzare in modo intelligente una dieta equilibrata e sana e una routine di esercizio fisico adatta alle nostre condizioni in base al nostro profilo genetico. D’altra parte, con il test cutaneo, conosceremo le caratteristiche della nostra pelle, il che ci permette di adattare la routine del viso eseguendo un trattamento di bellezza personalizzato. Infine, il test di farmacogenetica comprende farmaci orientati al trattamento di alcuni disturbi mentali, tra gli altri, per sapere quali sono i più adatti in caso di necessità di trattamento.

 

Bibliografia

[1]      World Health Organization, “Mental health: strengthening our response.” https://www.who.int/news-room/fact-sheets/detail/mental-health-strengthening-our-response (accessed Jan. 04, 2022).

[2]      World Health Organization, “WHO and Mental Health 1949-1961,” in WHO Chronicle, Geneva, 1962.

[3]      J. M. Bertolote, “The roots of the concept of mental health,” World Psychiatry, vol. 7, no. 2, p. 113, 2008, doi: 10.1002/J.2051-5545.2008.TB00172.X.

[4]      B. Clifford Whittingham, A mind that found itself. New York: Doubleday, Draw & Co, 1908.

[5]      “Brain Health.” https://www.angelinipharma.es/areas-terapeuticas/brain-health/ (accessed Jan. 05, 2022).

[6]      “Headway 2023.” https://www.angelinipharma.com/our-responsibility/projects/headway-2023/ (accessed Jan. 05, 2022).

[7]      J. Green, J. Huberty, M. Puzia, and C. Stecher, “The mediating effect of meditation and physical activity behaviors on the associations of COVID-19 related worry, attention to news, and stress with mental health in mobile app users in the United States: Cross-sectional survey.,” undefined, vol. 8, no. 4, Apr. 2021, doi: 10.2196/28479.

[8]      “España registra en 2020 el mayor número de suicidios desde que hay datos.” https://gacetamedica.com/profesion/espana-registra-en-2020-el-mayor-numero-de-suicidios-desde-que-hay-datos/ (accessed Jan. 04, 2022).

[9]      Confederación Salud Mental España, “Salud mental y COVID-19: Un año de pandemia,” Madrid, 2021.

[10]    Confederación Salud Mental España, “‘La salud mental de la población española cae en picado y debajo no hay red.’” https://consaludmental.org/sala-prensa/salud-menta-poblacion-espanola-cae-en-picado-pandemia/ (accessed Jan. 04, 2022).

[11]    “Mental health | Salud pública.” https://ec.europa.eu/health/non_communicable_diseases/mental_health_es (accessed Jan. 05, 2022).

[12]    B. MD, “Chronic Illness and Mental Health: Recognizing and Treating Depression,” 2015.

[13]    K. M. Scott et al., “Mental–physical co-morbidity and its relationship with disability: results from the World Mental Health Surveys,” Psychological Medicine, vol. 39, no. 1, pp. 33–43, Jan. 2009, doi: 10.1017/S0033291708003188.

[14]    M. Eastwood, “The Relation between Physical and Mental Illness,” The Relation between Physical and Mental Illness, Dec. 1975, doi: 10.3138/9781442631700/HTML.

[15]    “Mental Health: MedlinePlus.” https://medlineplus.gov/mentalhealth.html (accessed Jan. 04, 2022).

[16]    S. L. Dawson, S. R. Dash, and F. N. Jacka, “The Importance of Diet and Gut Health to the Treatment and Prevention of Mental Disorders,” International review of neurobiology, vol. 131, pp. 325–346, 2016, doi: 10.1016/BS.IRN.2016.08.009.

[17]    M. Knapp, D. McDaid, E. Mossialos, and G. Thornicroft, “Salud mental en Europa: políticas y práctica – Líneas futuras en salud mental,” in Observatorio Europeo de Políticas y Sistemas Sanitarios, Open University Press, 2007.

[18]    World Health Organization, Prevention of Mental Disorders – Effective Interventions and Policy Options Summary Report. Geneva, 2004.

[19]    “Rutinas de autocuidado para llevar bien la cuarentena | ANEFP.” https://anefp.org/es/blog/rutinas-de-autocuidado-para-llevar-bien-la-cuarentena (accessed Jan. 07, 2022).

Genetica e lesioni sportive

Genetica e lesioni sportive

Lesioni sportive Gli infortuni sono una delle maggiori preoccupazioni degli atleti, poiché, a prescindere dallo sport praticato, sono esposti ad essi. Spesso i media riportano la notizia che alcuni personaggi dello sport hanno continue ricadute a causa dello stesso...

leggi tutto
Privacy dei dati. Protezione del patrimonio genetico.

Privacy dei dati. Protezione del patrimonio genetico.

Nell'era digitale, la tecnologia avanza a passi da gigante e questo ha permesso di raggiungere livelli di comprensione della nostra genetica senza precedenti. In questo affascinante viaggio alla scoperta di noi stessi, noi di 24Genetics siamo orgogliosi di essere...

leggi tutto
Historical Ancestry: an emotional journey to the past

Historical Ancestry: an emotional journey to the past

Discover your deepest roots with the historical ancestry report from 24Genetics. Imagine being able to travel back in time, not just to learn about the world's history, but to uncover how your own ancestors contributed to shaping it. That's precisely what we offer...

leggi tutto
Genetica e cancro al seno

Genetica e cancro al seno

Il cancro al seno si verifica quando le cellule del seno iniziano a moltiplicarsi in modo incontrollato, dando luogo alla formazione di tumori. Se non trattate, le cellule cancerose possono diffondersi in tutto il corpo e diventare letali. Questo tipo di cancro è un...

leggi tutto
Cancro del polmone e genetica

Cancro del polmone e genetica

Che cos'è il cancro ai polmoni? Il cancro del polmone è la moltiplicazione incontrollata di cellule maligne dell'epitelio polmonare. Di solito inizia in questi organi e può diffondersi a diverse parti del sistema respiratorio, compresi i linfonodi o altri organi, come...

leggi tutto
Test genetici diretti al consumatore

Test genetici diretti al consumatore

Dal colore degli occhi alla predisposizione a determinate malattie, i nostri geni influenzano in modo significativo la nostra vita. Grazie ai progressi tecnologici e ad aziende leader del settore come 24Genetics, la genetica personalizzata è ora più accessibile che...

leggi tutto
Malattia di Gaucher e genetica

Malattia di Gaucher e genetica

Che cos'è la malattia di Gaucher? La malattia di Gaucher è una rara malattia genetica autosomica recessiva (devono essere presenti due copie di un gene mutato perché la malattia si sviluppi), dovuta a un deficit di un enzima lisosomiale chiamato glucocerebrosidasi,...

leggi tutto
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuoto
      Calculate Shipping
      Apply Coupon