Effetti del sole sulla pelle

Effetti del sole sulla pelle

L’esposizione della pelle alle radiazioni ultraviolette (UV) del sole e l’assorbimento di questa energia ultravioletta provoca cambiamenti nei segnali chimici, ormonali e neuronali del nostro corpo, che hanno effetti successivi sulle cellule immunitarie e sulla sintesi di vitamina D, tra gli altri (1).
.

 

 

Benefici dell’esposizione al sole

Tra i benefici più evidenti dell’esposizione alla luce solare c’è la sintesi della vitamina D e tutti i benefici che ne derivano. Inoltre, è stato scientificamente dimostrato che l’esposizione al sole migliora il sonno e l’umore.

Da un lato, l’esposizione alla luce solare modula direttamente la disponibilità di serotonina nel cervello, aumentando i livelli di questo neurotrasmettitore, comunemente noto come “ormone della felicità” (2). Bassi livelli di serotonina sono associati a un maggior rischio di depressione maggiore stagionale (precedentemente nota come disturbo affettivo stagionale o SAD) (3).

Per quanto riguarda la vitamina D, la fonte primaria di questa vitamina è la sintesi cutanea, in quanto viene prodotta dall’organismo quando la pelle è direttamente esposta al sole (4). La funzione principale di questa vitamina è l’assorbimento del calcio, per cui la sua carenza è direttamente correlata alle malattie ossee (5). Agisce anche sulle cellule del sistema immunitario, modulando le risposte immunitarie e infiammatorie. Diversi studi epidemiologici collegano la carenza di vitamina D a malattie autoimmuni, diabete di tipo 2, malattie cardiovascolari e, recentemente, all’infezione da SARS-Cov-2 e alla morte per COVID-19 (6,7).

 

 

Rischi associati all’esposizione al sole

Tuttavia, l’esposizione al sole senza protezione è associata a molteplici rischi sia a breve termine (scottature, macchie solari, acne o fotosensibilità) sia a lungo termine (invecchiamento e aumento del rischio di cancro della pelle).

Alcuni di questi rischi sono illustrati di seguito.

Fotosensibilità.  

La fotosensibilità, talvolta definita “allergia al sole”, descrive la sensibilità alla luce ultravioletta del sole e di altre fonti luminose. Può causare eruzioni cutanee, febbre, affaticamento e dolori articolari.

Può insorgere a causa di farmaci da prescrizione o da banco, di una condizione medica o di un disturbo genetico, o anche dell’uso di alcuni tipi di prodotti per la cura della pelle. Esistono due diversi tipi di reazioni di fotosensibilità: fotoallergica e fototossica (8).

Fototesseramento.

L’invecchiamento cutaneo può essere suddiviso in due tipi: l’invecchiamento cronologico o intrinseco, che si verifica principalmente nelle aree fotoprotette del corpo, e l’invecchiamento estrinseco, noto anche come fotoinvecchiamento. La pelle fotoinvecchiata è caratterizzata da ispessimento epidermico, secchezza, rughe profonde, perdita di elasticità, ritardo nella guarigione delle ferite e predisposizione al cancro.

Possiamo dire che l’invecchiamento cutaneo è influenzato sia da fattori ereditari intrinseci sia da fattori estrinseci o ambientali, come l’esposizione cronica ai raggi UV e il fumo (9,10).

Come si verifica il fotoinvecchiamento? Le radiazioni ultraviolette acute riducono il contenuto di acido ialuronico dermico ed epidermico, l’unica molecola dell’epidermide in grado di trattenere l’acqua. L’invecchiamento cutaneo è associato alla perdita di idratazione a causa della scomparsa dell’acido ialuronico dall’epidermide (11).

Il bilancio quantitativo dei rischi e dei benefici non è noto con precisione, ma diversi studi suggeriscono che varia a seconda del tipo di pelle e del corredo genetico (12).

In ogni caso, prima di esporsi al sole è sempre opportuno adottare misure di protezione. Tra le più importanti ricordiamo le seguenti:

  • Indossare un cappello che ombreggi il viso, il collo e le orecchie.
  • Indossare occhiali da sole che bloccano i raggi UV e proteggono la pelle intorno agli occhi.
  • Usare la protezione solare 30 minuti prima di uscire e riapplicarla ogni 2 ore o dopo aver nuotato o sudato.
  • Evitare le ore di sole più intense.

 

Che ruolo ha la vostra genetica?

La pelle è l’organo più esteso del corpo e ci sono quasi tanti tipi di pelle quante sono le persone nel mondo. Le diverse caratteristiche che definiscono la pelle sono date dalla genetica e dall’ambiente, cioè dal DNA e da tutto ciò che ci è accaduto nel corso della vita. Due persone con la stessa carnagione possono avere una diversa sensibilità al sole o una diversa predisposizione al fotoinvecchiamento e alle macchie solari e, in molti casi, queste differenze sono visibili nel DNA.

La pelle può essere sensibile al sole per una serie di motivi, tra cui la genetica. I geni legati alla pigmentazione cutanea e alla scarsa facilità di abbronzatura hanno la maggiore influenza sulla sensibilità della pelle al sole. Tra questi geni c’è il gene ASIP, che codifica la proteina di segnalazione Agouti, responsabile della distribuzione della melanina (13,14).
La melanina è un termine molto ampio, utilizzato per descrivere i pigmenti naturali presenti nella maggior parte degli organismi viventi che hanno numerose funzioni, tra cui la pigmentazione (che fornisce colore alla pelle, ai capelli e agli occhi), l’eliminazione dei radicali, la protezione dalle radiazioni e la regolazione termica (15).

Un’altra conseguenza del sole, strettamente legata alla genetica, sono le macchie solari. Le macchie solari del viso (lentiggini solari) sono macchie pigmentate ovali o rotonde che misurano da 2 a 20 millimetri, di colore brunastro, uniformi e localizzate su aree frequentemente esposte al sole come il viso, le braccia o il dorso delle mani. Sono più grandi delle lentiggini, non scompaiono in inverno e sono comuni nella pelle che invecchia. Le lentiggini solari sono il risultato della crescita locale di cellule che producono melanina in risposta ai raggi UV. Queste macchie sono più comuni nelle popolazioni caucasiche e asiatiche e nelle donne, soprattutto dopo i 50 anni. Sebbene siano lesioni benigne che non richiedono un trattamento medico, indicano un’eccessiva esposizione al sole.

Le varianti del gene MC1R sono state associate a una maggiore predisposizione alle macchie solari. Come già detto, il termine melanina è molto ampio e ne esistono diverse forme. Il recettore della melanocortina 1, una proteina direttamente correlata al gene MC1R, controlla quale tipo di melanina producono i melanociti: eumelanina o feomelanina. Le quantità relative di questi due pigmenti determinano il colore dei capelli e della pelle di una persona (16). Inoltre, diversi studi indicano il contributo di varianti di questo gene alla comparsa di macchie solari con l’età, attraverso una via indipendente dalla produzione di melanina (17).

Infine, va sottolineato il ruolo della genetica nel fotoinvecchiamento. Variazioni nel gene FBXO40, tra le altre, sono state associate a un punteggio complessivo di fotoinvecchiamento che combina fattori quali irregolarità della pigmentazione, rughe e rilassamento cutaneo. Se il gene FBXO40 non è noto per le sue funzioni nella pelle, come può influire sul fotoinvecchiamento? Questo gene è collegato alla via dell’IGF1, un ormone che regola gli effetti dell’ormone della crescita nell’organismo, svolge un ruolo importante nei processi infiammatori ed è anche direttamente collegato alla miogenesi (il processo di formazione del tessuto muscolare), il che potrebbe spiegare il suo impatto sulla gravità delle rughe e dei cedimenti (10). Tradotto con www.DeepL.com/translator (versione gratuita)

24Genetica e cura della pelle

Noi di 24Genetics vi offriamo il nostro rapporto sulla pelle, in cui analizziamo come la vostra genetica influisce su diverse caratteristiche della pelle, come il fotoinvecchiamento o la capacità antiossidante, che svolgono un ruolo fondamentale nel processo evolutivo della pelle.

Inoltre, in questo rapporto non troverete solo informazioni su come l’esposizione al sole influisce sulla vostra pelle, ma potrete anche scoprire la predisposizione della vostra pelle ad altri fattori, come le vene varicose o la psoriasi, tra gli altri.

 

Bibliografia

1. [PDF] Benefits of sun exposure: vitamin D and beyond | Semantic Scholar [Internet]. [cited 2022 May 23]. Available from: https://www.semanticscholar.org/paper/Benefits-of-sun-exposure%3A-vitamin-D-and-beyond-Lucas-Rodney-Harris/dc40045c26279cd5e9e3239ae78fcda109d3b5c4

2. Blume C, Garbazza C, Spitschan M. Effects of light on human circadian rhythms, sleep and mood. Somnologie [Internet]. 2019 Sep 1 [cited 2022 Jun 2];23(3):147. Available from: /pmc/articles/PMC6751071/

3. Seasonal affective disorder (SAD) – Symptoms and causes – Mayo Clinic [Internet]. [cited 2022 Jun 2]. Available from: https://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/seasonal-affective-disorder/symptoms-causes/syc-20364651

4. Valero Zanuy MÁ, Hawkins Carranza F. Metabolismo, fuentes endógenas y exógenas de vitamina D. REEMO [Internet]. 2007 Jul 1 [cited 2022 Jun 2];16(4):63–70. Available from: https://www.elsevier.es/es-revista-reemo-70-articulo-metabolismo-fuentes-endogenas-exogenas-vitamina-13108019

5. Laird E, Ward M, McSorley E, Strain JJ, Wallace J. Vitamin D and Bone Health; Potential Mechanisms. Nutrients [Internet]. 2010 [cited 2022 Jun 2];2(7):693. Available from: /pmc/articles/PMC3257679/

6. Borges MC, Martini LA, Rogero MM. Current perspectives on vitamin D, immune system, and chronic diseases. Nutrition [Internet]. 2011 Apr [cited 2022 Jun 2];27(4):399–404. Available from: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/20971616/

7. Grant WB, Lahore H, McDonnell SL, Baggerly CA, French CB, Aliano JL, et al. Evidence that vitamin d supplementation could reduce risk of influenza and covid-19 infections and deaths. Nutrients. 2020 Apr 1;12(4). 

8. Definición de fotosensibilidad – Diccionario de cáncer del NCI – NCI [Internet]. [cited 2022 Jun 2]. Available from: https://www.cancer.gov/espanol/publicaciones/diccionarios/diccionario-cancer/def/fotosensibilidad

9. Fitsiou E, Pulido T, Campisi J, Alimirah F, Demaria M. Cellular Senescence and the Senescence-Associated Secretory Phenotype as Drivers of Skin Photoaging. Journal of Investigative Dermatology [Internet]. 2021 Apr 1 [cited 2022 Jun 2];141(4):1119–26. Available from: http://www.jidonline.org/article/S0022202X20322843/fulltext

10. le Clerc S, Taing L, Ezzedine K, Latreille J, Delaneau O, Labib T, et al. A Genome-Wide Association Study in Caucasian Women Points Out a Putative Role of the STXBP5L Gene in Facial Photoaging. Journal of Investigative Dermatology [Internet]. 2013 Apr 1 [cited 2022 Jun 2];133(4):929–35. Available from: http://www.jidonline.org/article/S0022202X15362011/fulltext

11. Krutmann J, Schalka S, Watson REB, Wei L, Morita A. Daily photoprotection to prevent photoaging. Photodermatology, Photoimmunology & Photomedicine [Internet]. 2021 Nov 1 [cited 2022 Jun 2];37(6):482–9. Available from: https://onlinelibrary.wiley.com/doi/full/10.1111/phpp.12688

12. Lucas RM, Rodney-Harris R. Benefits of sun exposure: vitamin D and beyond. [cited 2022 Jun 2]; Available from: www.niwa.co.nz/atmosphere/uv-ozone/uv-science-workshops/2018-uv-workshop

13. Zhang M, Song F, Liang L, Nan H, Zhang J, Liu H, et al. Genome-wide association studies identify several new loci associated with pigmentation traits and skin cancer risk in European Americans. Human Molecular Genetics [Internet]. 2013 Jul 7 [cited 2022 Jun 2];22(14):2948. Available from: /pmc/articles/PMC3690971/

14. Millar SE, Miller MW, Stevens ME, Barsh GS. Expression and transgenic studies of the mouse agouti gene provide insight into the mechanisms by which mammalian coat color patterns are generated. Development [Internet]. 1995 [cited 2022 Jun 2];121(10):3223–32. Available from: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/7588057/

15. Cao W, Zhou X, McCallum NC, Hu Z, Ni QZ, Kapoor U, et al. Unraveling the structure and function of melanin through synthesis. J Am Chem Soc [Internet]. 2021 Feb 24 [cited 2022 Jun 2];143(7):2622–37. Available from: https://pubs.acs.org/doi/abs/10.1021/jacs.0c12322

16. MC1R gene: MedlinePlus Genetics [Internet]. [cited 2022 Jun 2]. Available from: https://medlineplus.gov/genetics/gene/mc1r/

17. Jacobs LC, Hamer MA, Gunn DA, Deelen J, Lall JS, van Heemst D, et al. A Genome-Wide Association Study Identifies the Skin Color Genes IRF4, MC1R, ASIP, and BNC2 Influencing Facial Pigmented Spots. J Invest Dermatol [Internet]. 2015 Jul 18 [cited 2022 Jun 2];135(7):1735–42. Available from: https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/25705849/

Salute cardiovascolare

Il cuore è una potente pompa che fa circolare il sangue, i nutrienti e l'ossigeno in tutto il corpo e, sorprendentemente, è il primo organo a formarsi durante lo sviluppo embrionale. Nella medicina greca era considerato l'organo più importante e oggi il fatto che le...

leggi tutto

Eredità genetica e ascendenza

Il nostro blog cerca sempre di essere informativo e accessibile, e lo scriviamo con l'obiettivo di renderlo semplice e comprensibile per qualsiasi lettore. In questa occasione, ci siamo permessi di essere un po' più tecnici per spiegare alcuni fondamenti...

leggi tutto

Salute e medicina personalizzata

Cosa intendiamo per medicina personalizzata e di precisione?   La medicina di precisione è un approccio emergente al trattamento e alla prevenzione delle malattie che tiene conto della variabilità tra gli individui, sia geneticamente che nell'ambiente e nello...

leggi tutto

Obesità e genetica

Cos'è l'obesità? L'obesità è definita come un accumulo anormale o eccessivo di grasso che può essere dannoso per la salute (1). Tra i diversi metodi per misurare e classificare l'obesità, l'indice di massa corporea (BMI) è il più usato. L'IMC è calcolato dividendo il...

leggi tutto

Cancro e genetica

Cos'è il cancro? Le cellule sono le unità di base che compongono il corpo umano, crescono e si dividono per creare nuove cellule quando il corpo ne ha bisogno, formando i nostri organi e tessuti. Normalmente, muoiono quando diventano troppo vecchie o danneggiate, e...

leggi tutto

Salute mentale

Cos'è la salute mentale? La salute mentale è così ampia e comprende così tanti fattori e aree di studio che è difficile dare una definizione breve, chiara e concisa. Secondo la definizione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), "la salute mentale è uno stato...

leggi tutto

Farmacogenetica

Cos'è una droga Un farmaco è qualsiasi sostanza fisico-chimica attiva che interagisce con il corpo e lo modifica per curare, prevenire o diagnosticare una malattia. I farmaci regolano funzioni preesistenti ma non sono in grado di crearne di nuove [1].   Azione...

leggi tutto
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuoto
      Calculate Shipping
      Apply Coupon